Formazione

Scuola di Alta Formazione in Counseling Transpersonale

Quello di Counseling Transpersonale è un percorso indicato per chiunque voglia compiere un viaggio di conoscenza verso la propria natura più vera e nello stesso tempo acquisire strumenti professionali atti a favorire e padroneggiare un cambiamento trasformativo per sè stesso e per gli altri.

Il corso ha durata quadriennale.

Il primo anno di corso inizia l’ultimo week end di settembre,

(30 Settembre- 1 Ottobre/ 2017 ) e si articola lungo 8 incontri annuali.

Le iscrizioni sono aperte.

 

1163

 

 

Il Training di Formazione in Counseling Transpersonale (accreditato presso FAIP Counseling e AssoCounseling ) è un percorso   indicato per chiunque voglia compiere un viaggio di conoscenza verso la propria natura più vera e nello stesso tempo acquisire strumenti professionali atti a favorire e padroneggiare un cambiamento trasformativo per sè stesso e per gli altri.

Quella del counseling può essere definita come una relazione di aiuto non direttiva, fondata su un ascolto attivo ed empatico che, in un clima di attenzione e di rispetto, pone al centro il “cliente” con i suoi bisogni.

L’intento è quello di allearsi alle potenzialità di cambiamento  valorizzando le capacità di individuare autonomamente risposte inerenti la propria situazione esistenziale, la propria visione del mondo e di conseguenza la propria capacità di scelta.

Specificità del Counselor Transpersonale, è quella di accompagnare il cliente attraverso i delicati passaggi dell’evoluzione della coscienza che lascia gradualmente le problematiche personali per avventurarsi nei territori archetipici dove risiedono le dimensioni del significato esistenziale, dell’esperienza spirituale e delle qualità più genuinamente umane.

La Metodologia di riferimento principale è quella Biotransenergetica, integrata con altre metodologie, pratiche e strumenti attinenti alla Visione Transpersonale.

La metodologia insegnata attinge ad un sistema di conoscenze e di esperienze che vanno dal contatto con le forze elementali, al Transe, alla moderna ricerca sugli stati di coscienza; dallo sviluppo delle potenzialità più genuinamente umane proposto dalla psicologia umanistica, all’espressione degli archetipi dell’inconscio collettivo; dalla ricerca della visione, alle pratiche di purificazione , dalle visualizzazioni creative proposte dalle più recenti pratiche di ipnosi ai temazcal e alle capanne sudatoruie, dai canti, mantras e danze delle diverse forze naturali agli spazi superconsci, al silenzio della meditazione alle qualità più elevate favorite dalle metodiche di psicologia transpersonale; dalle cerimonie rituali arcaiche, ai viaggi sciamanici, ai sistemi teorici della visione olistica, ai principi della fisica moderna quali le “connessioni non locali” od il “collasso della funzione d’onda”; dagli esercizi psicofisici reichiani al lavoro sui chakras, sul campo aurico e al contatto con la dimensione spirituale.

Il percorso formativo di Counselor Transpersonale Integrale è dunque indicato per chiunque voglia realizzare la piena espressione della propria “Natura Intima o Essenza Spirituale”, il riconoscimento delle proprie qualità e la padronanza dei propri Stati di Coscienza.

 

L’anno accademico ha inizio il week end 30 Settembre-1 ottobre 2017. Sono aperte le iscrizioni. E’ necesario un colloquio preliminare. Il numero degli iscritti, per esigenze didattiche, è limitato a 12. Per info-iscrizioni  3396237076 mattebte@gmail.com
————————————————————————————————————————————————————————

Da dove viene il Counseling Transpersonale?

 Il percorso didattico proposto si inscrive nel MOVIMENTO TRANSPERSONALE e nella VISIONE INTEGRALE e utilizza come   metodologia didattica principale la BIOTRANSENERGETICA, ecco qui di seguito alcuni approfondimenti riguardo ciascuna di queste voci, se qualcosa non ti è chiaro o desideri degli approfondimenti contattaci liberamente, saremo lieti di rispondere a ogni tua richiesta: 3396237076 mattebte@gmail.com

transp13

1163

Il percorso didattico proposto si inscrive nel movimento e nella visione Transpersonale.

Da alcuni decenni infatti si sta sviluppando in vari campi del sapere, in particolare nella psicologia e nella pedagogia, nella medicina e nell’etno-psichiatria, nell’antropologia e nell’arte, un nuovo movimento di pensiero. Tale movimento, sostenuto dalle acquisizioni della fisica moderna, della ricerca sugli stati di coscienza e delle antiche tradizioni spirituali fondate sulla meditazione, si occupa non solo dei problemi dell’individuo, ma soprattutto delle sue potenzialità e qualità più elevate.

Si tratta del Movimento Transpersonale fondato sui presupposti della nuova scienza e delle antiche tradizioni e su quella che Bohm definisce “una comprensione di nuovo ordine”, prodotta dalla padronanza dell’esperienza interiore, frutto di “insight”, una parola che sta a significare la conoscenza che sboccia da dentro.

Nella sua ricerca, il Movimento Transpersonale si occupa di integrare in una cornice teorica coerente l’esperienza del pensiero scientifico occidentale con quella delle tradizioni della cosiddetta “filosofia perenne” da quelle mistiche basate sulla meditazione, fino a quelle delle pratiche sciamaniche basate sull’estasi e sul contatto diretto con le forze della natura.

1163

Anticamente, l’anelito primordiale dell’essere umano a comprendere la natura e ad armonizzarsi con essa diede vita alle prime “religioni della natura”, per le quali esiste una “unità fondamentale del creato”.

Si tratta di una visione del mondo integrale, “originaria”, di ordine estatico, secondo la quale il mondo minerale, vegetale, animale ed umano, il mondo sottile dello spirito e della divinità esistono uno dentro l’altro e uno per l’altro.

Integrale è un termine che deriva dal latino integrum, termine composto da in che sta per non e tang-ere che sta per toccare: non toccato, cui nulla è stato tolto, cui nulla manca, intero, puro, schietto, incorrotto.

Con lo sviluppo scientifico, l’umanità ha fatto progressi nemmeno lontanamente immaginabili nell’era pre-scientifica, ma per questo ha spesso scelto di rinunciare alla sua integrità, si è dovuta corrompere, ha dovuto togliere, farsi impura.

L’enfasi è stata portata dalla conoscenza di sé alla conoscenza di strumenti, dall’imparare a conoscere al conoscere l’altro da sè, dall’insegnare a conoscersi al trasmettere la conoscenza senza insegnare come fare a raggiungerla.

Ai nostri giorni, la Visione Integrale può venire considerata la depositaria dell’antica “tradizione originaria” dal momento che non si identifica con un pensiero scientifico e con una epistemologia, che si concentrano solo sulla materia, perdendo per strada la conoscenza di Sé e di conseguenza il ”contatto con il divino”.

Al contrario la Visione Integrale opera per l’affermazione di una nuova scienza e di una nuova epistemologia fondate sulla padronanza dell’esperienza interiore, sulla partecipazione e sulla condivisione; Inoltre non trascuri le qualità più elevate e genuinamente umane quali: l’amore, la compassione, la consapevolezza, la responsabilità, la fiducia, l’accettazione.

Va precisato che avere un approccio integrale non significa fare di tutto un po’ come molti ritengono, e nemmeno praticare un insieme di tecniche integrate, bensì avere uno sguardo unitario. Uno sguardo che si esprime attraverso un Modo di fare, in grado di riconoscere ed insegnare a realizzare il potenziale creativo, la spinta evolutiva che ogni evento, crisi, sintomo, problema o sofferenza contengono in sé.

 

1163 (1)

La Biotransenergetica  è la metodologia didattica principale proposta all’ interno dell’ iter formativo in Counseling Transpersonale.

Fondata da Pier Luigi lattuada e Marlene Silveira è una vera e propria metodologia, formata da una visione, una serie di modelli e mappe teoriche e una vasta gamma di pratiche esperienziali.

La Visione è quella Transpersonale-Integrale, di cui abbiamo detto sopra.

Le mappe e i modelli, sinergici alla visione Transpersonale-Integrale forniscono una chiara cornice teorica e un modello operativo sinergico alla propria crescita personale ed alla relazione di counseling verso l’altro.

 

1163 (1)

La metodologia proposta è fondata sull’esperienza interiore e l’esplorazione delle dimensioni della coscienza, la partecipazione e la condivisione. L’intento è quello di realizzare la consapevolezza che si svela nelle dimensioni più autentiche del cuore, oltre i processi di pensiero della mente ordinaria.

Il modello terapeutico integrale e transpersonale si ritiene orientato ad intervenire con efficacia nei processi di trasformazione della coscienza in un’ ottica sinergica all realizzazione del Sé e della propria più intima natura.

In psicologia Transpersonale si definisce “ ” quella parte essenziale, incorruttibile e sana che c’è in ognuno di noi. Il sistema operativo proposto ha l’ intento di allearsi al graduale emergere di questa parte sana e armonica presente in noi.

L’ eventuale emergere delle ombre e delle disarmonie è visto come parte de un processo evolutivo di maggiore integrazione e consapevolezza e verrà via via armonizzato attraverso i modelli e gli strumenti insegnati e sperimentati durante il percorso didattico.

 

1163 (1)

Il percorso di Counseling Transpersonale Integrale è dunque indicato per chiunque voglia compiere un viaggio di conoscenza verso la propria natura più vera, una più piena realizzazione di se stesso e delle proprie potenzialità e si riconosca la disponibilità ad un cammino interiore di risveglio spirituale.

Il Counselor Transpersonale non ha progetti per i loro clienti o allievi, focalizza piuttosto con loro la direzione lungo la quale procedere. I primi colloqui saranno pertanto dedicati al chiarimento della domanda del cliente o dell’allievo.

1163 (1)

La fenomenologia degli stati della coscienza è il contenuto sul quale la Biotransenergetica e l’ insegnamento proposto agisce,mediante l’esperienza interiore partecipativa. Con l’espressione esperienza interiore partecipativa si definiscono l’insieme delle esperienze personali come sensazioni, stati d’animo, emozioni, sentimenti, desideri, bisogni, pensieri, ricordi, immagini, intuizioni, e delle esperienze transpersonali come percezioni extra-sensoriali, esperienze spirituali, mistiche, estatiche, visioni archetipiche, sogni mitologici,rivelazioni, insight, aperture del cuore, stati non ordinari di coscienza, esperienze di pre-morte, ecc.

1163 (1)

Il Counselor Transpersonale Integrale acquisisce le competenze necessarie per accompagnare il cliente o mediante un modello teorico e un corpus di pratiche transpersonali derivate da discipline spirituali come meditazioni, canti, danze, esercizi psicofisici e di respirazione, cerimonie rituali, visualizzazioni, ecc. Questo lungo processo consente un’iniziale esplorazione del proprio mondo interiore costellato da sensazioni, emozioni, percezioni senza apparente significato e conduce verso l’indagine ed il graduale affrancamento dalla propria storia personale, il passaggio attraverso esperienze di radicale trasformazione e l’accesso alla dimensione transpersonale, luogo delle qualità spirituali e della “vera natura”.

1163 (1)

Il Contesto Transpersonale sta a significare il quadro all’interno del quale la visione transpersonale legge gli eventi. Una depressione, per la Biotransenergetica sta a significare una separazione dalla dimensione sacra dell’esistenza e l’ansia nei confronti della vita viene vissuta come l’emergenza di un archetipo che chiede di venire riconosciuto ed onorato. Il riconoscimento del contesto transpersonale coincide con il riconoscimento della vera natura dell’individuo, la quale è sempre indipendente dalla personalità, incondizionato dalla storia biografica e ha a che fare con la “discesa dello spirito sul piano della realtà materiale”, oppure con l’emergenza nella “psiche individuale di un archetipo dall’ inconscio collettivo.

                                            Date 2017/18

29-30 Settembre- 1 Ottobre 2017

4-5 Novembre 2017 (5 novembre: Arteterapia Transpersonale)

16-17 Dicembre 2017 (17 dicembre: Arteterapia Transpersonale)

3-4 marzo 2018

7-8 Aprile 2018 ( Sistemi computazionali della mente e Medicina conflittuale)

28-29-30 aprile- 1 Maggio 2018 (1 Maggio Comunicazione Profonda)

26-27 Maggio 2018

16-17-18-19-20 Giugno 2018 ( Nella sede di Varese Ligure ).

 

________La Scuola

transp14

1163

 

Counseling Transpersonale è:

  • Realizzazione del Sé
  • Sviluppo delle potenzialità
  • Stati di coscienza
  • Meditazione e spiritualità
  • Coscienza dell’unità

 

E’ un percorso indicato per chiunque voglia compiere un viaggio di conoscenza verso la propria natura più vera.

Il percorso proposto è prima di tutto un viaggio che accompagna l’individuo verso se stesso, fornendogli opportunità e strumenti per cambiare e per gestire il cambiamento. Dal punto di vista professionale questo si caratterizza nell’ acquisizione di competenze idonee ad instaurare con i propri clienti un rapporto di counseling.

Il rapporto di counseling si struttura come relazione di aiuto non direttiva, fondata su un ascolto attivo ed empatico che, in un clima di attenzione e di rispetto, pone al centro il “cliente”con i suoi bisogni, valorizzandone le potenzialità di cambiamento, le capacità di individuare autonomamente risposte che modifichino la propria situazione esistenziale, che amplino la propria visione del mondo e di conseguenza le proprie capacità di scelta.

Compito specifico del Counselor Transpersonale Integrale, è quello di guidare il cliente attraverso i delicati passaggi dell’evoluzione della coscienza che lascia gradualmente le problematiche personali per avventurarsi nei territori archetipici dove risiedono le dimensioni del significato esistenziale, dell’esperienza spirituale, delle qualità più genuinamente umane, dell’ipersensibilità e degli stati non ordinari di coscienza.

1163

La Metodologia insegnata è quella Biotransenergetica, tuttavia durante l’ iter formativo verrà offerta agli studenti la possibilità di sperimentare altre tecniche e metodologie sinergiche alla visione Transpersonale. Nello specifico La via del temazcal, l’Arte del Processo, l’ Arteterapia Transpersonale e la Medicina Conflittuale.

1163

Il training di Formazione in Counseling Transpersonale prevede due livelli:

  • Il primo livello, della durata di quattro anni, conferisce il diploma di Counselor Transpersonale Integrale.
  • Il secondo livello, della durata di tre anni, conferisce il diploma di Counselor Trainer.

 

Compiere un percorso di Counseling Transpersonale significa intraprendere un cammino di acquisizione di modelli e metodi, storicamente e scientificamente fondati, per la realizzazione di Sé e di risveglio delle proprie qualità più elevate.

Dentro ogni medico, psicologo, operatore della salute, insegnante, educatore, manager, artista, uomo e donna di buona volontà, vive un essere umano che spesso trascura o nasconde la sua parte più vera.

Il percorso di Counselor Transpersonale e la metodologia Biotransenergetica, possono accompagnare, con consapevolezza e compassione, ciascuno di noi attraverso la selva oscura della propria storia personale, morti e rinascite, infiniti risvegli.

1163

Il calendario annuale si articola in:

  • Seminari teorico pratici
  • Seminari tecnico applicativi
  • Esercitazioni pratiche
  • Sessioni individuali, tirocinio e supervisione
  • Relazioni
  • Esami

I seminari teorico esperienziali sono strutturati in week end per un minimo di sedici giorni l’anno.

1163

I seminari tecnico-applicativi sono intensivi residenziali divisi in due periodi, per un minimo di quattro e cinque giornate ciascuno.

 

Lattuada2

Matteo Hu

Claudia Castiglioni

Pier Luigi Lattuada

Luca Lagrini

Alessandro Martinelli

Giulietta Dei Boschi

Gianfranco Addario

Gianfranco Armillis

Arturo De Luca

Davide Ferraris

Valentina Lattuada

Roberto Lazzaro

Nicola Michelon

Eleonora Prazzoli

Steven Schmitz

Bruna Villante

SCARICA GLI ALLEGATI:

Piano di studi&Bibliografia 2017

 

transp8

 

transp11

 

 

 

1163 (1)

  • Ascoltare con obiettività
  • Aiutare il cliente a “confessare”
  • Aiutare il cliente a comprendere e onorare la propria natura
  • Assistere il cliente nel suo viaggio verso la realizzazione delle proprie potenzialità creative e psico-spirituali
  • Fornire contesti che aiutino a “dissolvere” i problemi verso una nuova visione di sé, degli altri e del mondo.

1163 (1)

La legge sulle professioni non regolamentate, Legge 14 gennaio 2013, n. 4,è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2013, n. 22

Lo statuto delle professioni non regolamentate entra in vigore il 10 febbraio 2013.

Per maggiori informazioni si vedano i seguenti link:

http://www.parlamento.it/parlam/leggi/messaggi/c1934a.pdf

http://www.altalex.com/index.php?idnot=18000

http://biotransenergetica.blogspot.ch/

In data 2 luglio 2007 è stato firmato un protocollo d’intesa tra la maggior parte delle Associazioni dicategoria che stabilisce il riconoscimento reciproco e che indica gli standard minimi di formazione in accordo con le indicazioni internazionali. Tali standard prevedono:

  • Primo livello di formazione: minimo 450 ore nei tre anni. Diploma di Counselor
  • Secondo livello: minimo 500 ore di pratica professionale supervisionata. Diploma diCounselor Trainer
  • Attività di formazione permanente: minimo 25 ore annue

 

Prossimi appuntamenti

Apr
7
sab
giorno intero SEMINARIO DI TANTRA @ Scareno (Aurano) VB
SEMINARIO DI TANTRA @ Scareno (Aurano) VB
Apr 7–Apr 8 giorno intero
SEMINARIO DI TANTRA @ Scareno (Aurano) VB
Il Tantra permette un’integrazione della sessualità nell’evoluzione personale e spirituale, insegna come conservare e utilizzare questa energia di base, offrendo un metodo di evoluzione attraverso la relazione di coppia. Seminario di Tantra aperto a tutti,[...]